T.A.R. PUGLIA-LECCE, SEZ. I, sentenza 17 luglio 2018, n. 1176 (Pres. Pasca, Est. Moro)

Sulla prevalenza rispetto al diritto interno delle pronunce della Corte di Giustizia dell'Unione europea.


Massima

Per costante giurisprudenza, al pari di regolamenti e direttive, anche le pronunce della Corte di Giustizia dell'Unione europea hanno efficacia diretta nell’ordinamento interno degli stati membri, vincolando sia le Amministrazioni che i Giudici nazionali alla disapplicazione delle norme interne con esse configgenti.

Fonte: www.giustizia-amministrativa.it


 

Informazioni aggiuntive